Antonio Zichichi (da Gds.it).

A Erice 114 scienziati riuniti per salvare il mondo dalle 72 emergenze planetarie

Dal 20 al 23 agosto ad Erice si riuniranno 114 scienziati di 29 Paesi per parlare delle ‘Emergenze Planetarie‘.

Al Centro ‘Ettore Majorarana’, infatti, si riuniranno scienziati provenienti da Austria, Belgio, Canada, Cina, Colombia, Francia, Filippine, Germania, Gran Bretagna, Grecia, India, Italia, Giappone, Corea, Kuwait, Libano, Moldavia, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Ruanda, Senegal, Slovenia, Svezia, Svizzera, Turchia, Usa e Vietnam.

Si tratta della 52esima edizione dei Seminari internazionali sulle Emergenze Planetarie e a presiedere gli incontri sarà il professore Antonino Zichichi.

LE EMERGENZE PLANETARIE

Come lo stesso Zichichi ha spiegato in un articolo pubblicato su IlGiornale.it nel novembre del 2016, sono 72 le emergenze planetarie che saranno discusse nelle sessioni plenarie.

La prima riguarda l’acqua che, a sua volta, ne genere quattro: la protezione delle sorgenti naturali, le ricerche di nuove sorgenti, il problema della desanilizzazione, le tecnologie necessarie per la sua conservazione senza pericolo di inquinamento.

L’energia, invece, ne produce cinque: “la produzione che può essere chimica (petrolio e simili), e nucleare (quindi da fissione o da fusione). Poi ci sono i problemi delle energie rinnovabili; quelli della distribuzione in cui bisogna ridurre drasticamente le perdite e infine lo studio delle tecnologie per conservare senza troppi sprechi questa fondamentale sorgente di benessere. È il corretto livello di energia pro-capite che permette una buona qualità di vita per ciascun abitante del pianeta”, ha spiegato lo scienziato.

Altre 5 emergenze provengono dai cambiamenti climatici: “La prima riguarda le strutture matematiche in grado di simulare correttamente il motore meteorologico. La seconda sta nei dati sperimentali necessari al fine di verificare la validità delle previsioni meteorologiche. La terza sta nel capire l’origine dei sistemi nuvolosi; l’effetto dei raggi cosmici e come legare il cosiddetto Now-Casting (e cioè previsioni a breve termine) con le previsioni a medio termine e addirittura con il percorso che la Terra fa nella nostra galassia”.

Secondo Zichichi, “le 72 emergenze planetarie sono l’eredità del XX secolo che ha visto in Europa il pericolo che fossero Hitler o Stalin a dominare il mondo”.

Categorie
cultura
Facebook

CORRELATI