Ragusa - Catania, il ministro: "Siamo vicini a un accordo". Prevista una riunione a Roma

Accordo per la superstrada Ragusa – Catania: la Regione anticiperà le somme

La superstrada Ragusa – Catania sarà realizzata con una anticipazione finanziaria della Regione e con la procedura affidata al governatore Nello Musumeci, in qualità di commissario. Lo ha deciso pochi minuti fa il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica.

“Mi sembra un significativo passo avanti – dice Musumeci – anticiperemo oltre 600 milioni di euro sui 750 previsti. È una sfida che dobbiamo vincere, dopo decenni di chiacchiere. Ringrazio il governo Conte e in particolare il vice ministro Cancellieri, il ministro Provenzano e l’assessore Falcone per l’importante lavoro preparatorio condotto in questi mesi”.

Soddisfatta anche la ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli, che in una nota afferma: “La deliberazione di oggi del Cipe rappresenta un importante risultato per gli interessi pubblici perché la percorrenza della tratta non comporterà la corresponsione di alcun pedaggio che invece, secondo il modello concessorio previgente, era superiore a 15 euro per l’intera tratta”. La Ragusa-Catania, evidenzia ancora il Ministero, costituisce il primo esempio di applicazione dell’articolo 35 del Milleproroghe, che prevede la possibilità da parte di Anas di eseguire direttamente lavori per conto dello Stato subentrando anche nei contratti di concessione non più efficaci.

Il viceministro alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri l’ha definita una vittoria per la Sicilia sulla quale sono orgoglioso di aver potuto scrivere il mio nome. La Ragusa-Catania sarebbe stata un’opera pubblica e senza pedaggio e oggi, dopo tanto impegno e con la collaborazione di ogni livello istituzionale, è finalmente realtà.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI