Acqua torbida nell’invaso Poma, la situazione peggiora: possibili disagi a Palermo e provincia

Possibili nuovi disagi sul fronte del servizio idrico a Palermo e provincia. L’Amap informa che la situazione relativa alla torbidità dell’acqua in uscita dall’invaso Poma è in peggioramento (oltre 3000 NTU) e che in considerazione delle forti di pioggia delle ultime ore la situazione potrebbe non migliorare a breve.

Sul momento si era ovviato con il cosiddetto “vascone” (il bacino da circa 50.000 metri cubi d’acqua, realizzato in prossimità dell’impianto) permettendo di non interrompere o il processo di potabilizzazione seppur a ritmo ridotto. Il conseguente inevitabile fermo dell’impianto di potabilizzazione Jato determinerà invece dalla notte di domani 8 dicembre una drastica riduzione dell’afflusso idrico prima nella zona nord di Palermo e poi nella fascia dei comuni costieri di Balestrate, Trappeto, Terrasini, Carini, Capaci ed Isola delle Femmine.

I tecnici dell’azienda monitorano costantemente l’andamento della situazione e della torbidità dell’acqua in uscita dalla diga Poma, al fine di permettere la ripresa del trattamento di potabilizzazione nel più breve tempo possibile.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 7 DICEMBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 7 DICEMBRE 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI