Adescavano minorenni nelle chat dei videogames: arresti e perquisizioni da Nord a Sud

Un’operazione dei carabinieri di Torino con perquisizioni in tutta l’Italia, anche in Sicilia. Due uomini infatti, un 27enne di Caltanissetta e un 35enne della provincia di Vicenza, sono stati arrestati per violenza sessuale su minore, pornografia minorile e detenzione di materiale pedopornografico.

Si servivano delle chat di giochi online per adescare le vittime, attraverso lusinghe e complimenti. A far scattare l’inchiesta la denuncia della mamma di un minore nel 2021: ai tempi uno degli arrestati si finse una donna e instaurò un dialogo con la figlia, poi le conversazioni si spostarono su whatsapp dove arrivò la richiesta di foto e video di lei e del fratellino.

La madre ha però notato la chat e avvertito le autorità. Sequestrati cellulari con conversazioni incriminanti e materiale pedopornografico. Durante l’operazione ci sono state dodici perquisizioni in tutta Italia.

PALERMO, VINCE LA LEGIONELLA E SFUMA L’EURO CUP: IL TELIMAR RINUNCIA. FIGUCCIA: “AMAREGGIATI”

TRAFFICO E GESTIONE ABUSIVA DI RIFIUTI NEL MESSINESE: 25 INDAGATI, SOSPETTI LEGAMI COI CLAN

AUTORICICLAGGIO A CATANIA: SEQUESTRO DA 1,4 MILIONI A UN COMMERCIALISTA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI