Aeroporto di Birgi, il comune di Marsala avvia la procedura per affidare 22 tratte

Ventidue voli da e per varie città italiane e straniere. Questo l’oggetto della “procedura negoziata” avviata dal Comune di Marsala, ente capofila tra quelli della provincia di Trapani firmatari dell’accordo di collaborazione per lo sviluppo dell’aeroporto “Vincenzo Florio” di Birgi.

Il Comune di Marsala (che sarà la stazione appaltante responsabile della procedura) in una nota afferma: “Sono 31 gli operatori economici invitati a partecipare alla procedura negoziata per l’affidamento triennale dei servizi di promozione turistica”. L’importo complessivo è di oltre 11 milioni e 100 mila euro, totalmente finanziato dalla Regione Siciliana. Il termine ultimo per la presentazione delle offerte è il 7 giugno.

La procedura per l’affidamento riguarda “servizi di promozione turistica” non assegnati nella gara d’appalto per mancanza di offerte da parte di compagnie aeree. I “lotti” assegnati con gara erano stati soltanto tre: da e per Roma Fiumicino e Milano Linate dall’Alitalia e Torino da Blue Air.

Tra i 22 lotti ancora da assegnare vi sono tratte verso regioni italiane (Sardegna, Umbria, Marche, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Veneto e Friuli Venezia-Giulia) e verso l’estero (Francia, Polonia, Belgio, Germania, Malta, Olanda, Slovacchia, Spagna, Repubblica Ceca, Regno Unito e Scandinavia).

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI