turano e falcone valutare società unica catania comiso e trapani

Aeroporto di Catania, il M5S dice no alla privatizzazione: “Musumeci riferisca in aula”

Il Movimento 5 Stelle si pone in direzione contraria all’ipotesi di una privatizzazione dell’aeroporto di Catania. “Ci auguriamo che non decolli. Servirebbe solo a tappare qualche falla nei conti di enti come la Camera di Commercio del Sud-est della Sicilia, mentre si perderebbe il controllo pubblico su un’importante infrastruttura pubblica e strategica. L’operazione presenta più ombre che luci, quindi il presidente della Regione venga in aula a spiegarci come stanno esattamente le cose”.

Secondo il Movimento 5 Stelle, “vendere le azioni della Sac, che gestisce l’aeroporto di Catania avrebbe inevitabili ripercussioni sulla controllata Soaco, che gestisce lo scalo di Comiso. Al sistema aeroportuale di mezza Sicilia nessuno sta pensando”. Ma la perplessità più evidente, per i deputati, sta nel fatto che “un’operazione di tale portata non può essere decisa da un solo uomo al comando, cioè Pietro Agen, presidente della CamCom del Sud-est, che detiene la maggioranza delle quote azionarie, il 61,22 per cento, di Sac”.

“La partita – spiegano i deputati – la sta giocando proprio Agen dalla sua poltrona. Una sorta di dominus, la cui stessa elezione è avvenuta in maniera molto conflittuale e che sta per decidere il destino degli aeroporti della Sicilia orientale. Non ci sembra superfluo, allora chiederci: la Camera di Commercio può agire fuori dal perimetro delle competenze della Regione e dello Stato? Esageriamo forse nel sostenere che della capitalizzazione dell’aeroporto, ottenuta da un’infrastruttura pubblica e quindi con i soldi dei siciliani, beneficerebbe innanzitutto la Camera di Commercio? Ci chiediamo inoltre: che vantaggio avrebbero enti come il Libero Consorzio di Siracusa, che detiene il 12,5% di Sac e ne ricava ogni anno 4 milioni di euro dai dividendi, a mettere sul mercato le proprie quote? E soprattutto: quali progetti di sviluppo infrastrutturale sono connessi a questa colossale privatizzazione e con quali vantaggi per la Sicilia orientale?”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI