Aeroporto di Palermo, 450 mila passeggeri a giugno. Gesap: “I dati fanno ben sperare”

“All’aeroporto internazionale di Palermo Falcone Borsellino si ritorna a volare”. Così la Gesap (la società di gestione dello scalo aereo palermitano) ha annunciato i nuovi dati relativi che denotano un rialzo del traffico aereo e passeggeri: il mese di giugno si chiuderà a circa 450 mila passeggeri in transito, di cui il 15 per cento sono viaggiatori provenienti dall’estero, con punte di oltre 20 mila passeggeri in un solo giorno. Un dato su tutti è il coefficiente di riempimento che, dalla seconda quindicina di giugno, oscilla tra 116 e 120 passeggeri a volo.

“Il risultato di giugno ci fa ben sperare per i prossimi mesi – dice Natale Chieppa, direttore generale di Gesap – Sono stati mesi pesanti. La pandemia ha messo a dura prova tutto il sistema aeroportuale. Ma lentamente le compagnie aeree hanno riacceso i motori e fatto tornare i passeggeri. L’estate in corso si preannuncia abbastanza performante, con un ritorno del traffico che si avvicina ai livelli del 2019”.

Intanto, all’aeroporto di Palermo va avanti la campagna sanitaria sui tamponi rapidi. Anche se facoltativi, l’area Covid test di mille metri quadrati – nata da un accordo tra Gesap, Asp di Palermo, Usmaf, assessorato regionale alla Salute e ufficio del commissario di Palermo per l’emergenza Covid – sta funzionando a pieno ritmo, soprattutto per i passeggeri in partenza verso destinazioni internazionali. I test sono gratuiti e per tutti i passeggeri in arrivo e in partenza. Ogni giorno vengono processati circa 800 tamponi.

“All’interno del terminal, infine, Gesap rammenta – si legge in una nota – che è obbligatorio indossare la mascherina, mantenere la distanza di almeno un metro dagli altri viaggiatori e seguire i percorsi evidenziati dalla segnaletica e dai monitor. Inoltre, sono sempre attivi, nelle aree aperte al pubblico e in quelle sterili per i passeggeri in arrivo e in partenza, i termoscanner per il monitoraggio della temperatura corporea”.

PALERMO, 17ENNE IN COMA DOPO UN TUFFO A MONDELLO

VARIANTE DELTA, SILERI: “COPERTA DALLA DOPPIA DOSE DI VACCINO” 

MASCHERINE ALL’APERTO, DA OGGI STOP ALL’OBBLIGO 

VARIANTE DELTA: TUTTO QUELLO CHE C’É DA SAPERE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI