Aeroporto di Palermo: donna sordomuta deve andare a Bologna, finisce in Polonia

Fa discutere lo spiacevole episodio accaduto oggi all’aeroporto di Palermo – Punta Raisi, dove una passeggera di 69 anni di origini alcamesi (sordomuta dalla nascita) doveva imbarcarsi per Bologna e tornare a Ferrara (dove risiede) e invece si è ritrovata su un altro volo, atterrato a Wroclaw in Polonia. 

Non è ancora chiaro come sia stato possibile che la donna si sia ritrovato su un altro volo e perché il personale dei servizi a terra e a bordo non abbia impedito quanto accaduto: solo l’intervento del consolato polacco a Wroclaw ha permesso di risolvere la vicenda e far sì che la donna tornasse a casa.

La Gesap (gestore dello scalo di Palermo) ha annunciato in una nota l’intenzione di fare chiarezza: “In merito alla spiacevole vicenda accaduta alla passeggera diretta a Bologna, poi atterrata in Polonia con un altro aereo, Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino, ha già richiesto ai responsabili della compagnia aerea e della società che per conto loro effettua i servizi di imbarco ai gates e di assistenza ai passeggeri diversamente abili, una dettagliata relazione sulla vicenda. Inoltre, per chiarire le dinamiche del grave episodio, lunedì, nel corso del comitato sulla sicurezza dell’aeroporto, sarà data particolare attenzione su questo caso, per relazionare l’Enac, che dovrà, eventualmente, decidere sui provvedimenti da intraprendere. Cioè che è accaduto resta, in ogni caso, un fatto inammissibile, per il quale, a nome di tutto l’aeroporto, ci sentiamo di porgere le scuse più sentite alla passeggera”.

MUSUMECI: “GOVERNO DRAGHI FALLIMENTO DELLA POLITICA”

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 23 OTTOBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 23 OTTOBRE 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI