Affidamento dell’Ippodromo, il Comune di Palermo ha pubblicato il bando

E’ stato pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Palermo un bando di gara per l’affidamento in concessione dell’impianto sportivo Ippodromo La Favorita. Dell’area da assegnare in concessione fanno parte anche alcuni manufatti edilizi annessi, tra i quali un corpo di fabbrica adibito a ristorazione. La gestione di quest’ultimo locale potrà essere esercitata in via diretta o per interposto soggetto giuridico qualificato, previa acquisizione di tutte le autorizzazioni previste dalla normativa vigente.

Il bando è pubblicato all’Albo Pretorio e sul sito istituzionale del Comune di Palermo: https:\\ portaleappalti.comune.palermo.it ove è reperibile la relativa documentazione. La data di scadenza è il 18 novembre 2019.

“Finalmente – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando – si aprono nuovi e importanti soluzioni per il futuro dell’Ippodromo, storicamente culla della passione di tantissimi palermitani. Una città come la nostra non poteva continuare a privarsi di questo impianto che sarà aperto anche ad altre manifestazioni e attività, in maniera tale da renderlo fruibile a cittadini e turisti. Infine, al di là del fenomeno sportivo e ludico è anche importante che si sia introdotta nel bando la clausola sociale al fine di promuovere la stabilità occupazionale del personale già operante alle dipendenze del precedente concessionario e che ha già subito un gravissimo contraccolpo al momento della chiusura”.

“Si tratta – ha dichiarato l’assessore Roberto D’Agostino – di una nuova occasione per dare agli amanti dell’ippica la possibilità di usufruire di una struttura potenzialmente all’avanguardia. Attraverso un percorso di legale concessione saranno creati sbocchi occupazionali, aprendo alla città uno spazio non solo dedicato al trotto, ma anche occasione di svago e possibilità di usufruire di punti di ristorazione. Come Amministrazione ci stiamo impegnando per programmare un rilancio serio della struttura”.
Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI