Agricoltura biologica, la Sicilia ancora in cima al podio con 370.000 ettari

La Sicilia è la prima Regione con la maggiore superficie biologica: sono più di 370 mila gli ettari coltivati a biologico. La conferma arriva dal rapporto annuale del Sinab (Sistema di Informazione Nazionale sull’agricoltura biologica) diffuso a Roma dalla Coldiretti.

Le principali colture in biologico, aggiunge la Coldiretti regionale, sono quelle foraggere ( 61.580 ettari), quelle cerealicole (50.826 ettari). Significativo anche il dato relativo agli agrumi (21.660 ettari) e frutta in guscio (13.638 ettari).

“Rispetto al 2018 – sottolinea Coldiretti Sicilia -, l’isola ha subìto una riduzione di quasi il 4 per cento (erano infatti 385.356 ettari) ma continua a distanziare la Puglia, seconda in classifica, con oltre 266 mila ettari. È un primato che manteniamo da anni, merito di agricoltori lungimiranti che hanno investito in colture bio anche quando il biologico non era ancora compreso e diffuso. Producevamo biologico ma non riuscivamo ad avere reali benefici. Oggi, anche grazie a moltissimi giovani, le aziende scelgono un’agricoltura sostenibile come opzione definitiva per preservare e trasferire la terra alle future generazioni”.

MORTO A PARTINICO IL BOSS GREGORIO AGRIGENTO

TRUFFA PER INTASCARE FONDI EUROPEI, 8 DENUNCIATI NEL MESSINESE

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 30 SETTEMBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI