agricoltura-bandiera

Agricoltura in crisi, Figuccia (UDC) e Pagana (M5S) si rivolgono a Bandiera (ma con toni diversi)

“Il gelo e la neve hanno causato danni irreversibili in tutta la produzione agricola, dal frumento agli ortaggi, dalle mandorle agli ulivi”. A lanciare l’allarme è il deputato regionale Vincenzo Figuccia che nel pomeriggio di oggi – mercoledì 9 gennaio – ha incontrato l’assessore Edy Bandiera con l’associazione di categoria la Terra è Vita.

“Di fatto, ho sottolineato all’assessore come per tutta la stagione agricola 2019, i nostri agricoltori difficilmente potranno ricavare il giusto guadagno per sostenere le proprie famiglie e le rispettive attività, né saranno nelle condizioni di poter acquistare, l’anno prossimo, sementi e concimi per poter iniziare la nuova stagione agricola. Bisogna immediatamente attivarsi con il Governo nazionale per chiedere il riconoscimento dello stato di calamità, sospendere presso le banche il pagamento dei mutui e al tempo stesso, sburocratizzare sul tema carburante”.

“Non è accettabile – ha affermato Santo Bono, presidente dell’associazione La Terra è vita – apprendere che gli agricoltori sfiniti da intemperie naturali e burocratiche, sembrino addirittura non voler neanche più presentare la documentazione per la richiesta dei rimborsi dovuti ai danni, perché rispetto alle istanze presentate negli anni 2012 e 2017, non hanno ottenuto risposta”.

“Certo dell’impegno dell’assessore – ha proseguito Figuccia – esorto la convocazione urgente di un tavolo tecnico atto a snellire al massimo l’iter per la liquidazione dei pagamenti, soprattutto in circostanze simili. La nostra produzione di pomodori, melenzane, carciofi è un patrimonio che impone responsabilità nel trovare una soluzione, attraverso un sistema di regolamentazione della produzione e della commercializzazione del Born in Siciliy, evitando che le multinazionali dell’agroalimentare finiscano con l’uccidere la produzione agricola siciliana, evitando che piova sul bagnato”.

PAGANA (M5S): “AGRICOLTURA IN GINOCCHIO” – Di tutt’altro tono, invece, pur trattando lo stesso argomento, è la nota di Elena Pagana, deputata regionale del Movimento Cinque Stelle: “L’assessore Bandiera venga subito in commissione attività produttive all’Ars a riferire su quali sono tutte le misure che ha adottato per fronteggiare la crisi dell’agricoltura e della zootecnia in Sicilia e lo faccia in diretta streaming. Continuo a ricevere centinaia di segnalazioni di agricoltori e allevatori che vedono non solo un totale immobilismo da questo governo regionale, ma addirittura azioni contrarie alla tutela e sviluppo dei due comparti”.

Elena PaganaL’onorevole Pagana ha informato che ha depositato in queste ore una richiesta di audizione urgente in commissione Attività produttive all’Ars dell’assessore regionale Bandiera. Una audizione che, secondo quanto richiede la deputata, dovrà essere trasmessa in diretta streaming.

“L’assessore – ha spiegato Pagana – ci dica quali sono i risultati del tavolo di crisi per l’agricoltura, dove peraltro non sedeva neanche un agricoltore, o che fine ha fatto l’annunciato piano per la zootecnica. Ci dica a che punto è il controllo delle navi cariche di grano extra UE che approdano nei porti siciliani. Bandiera ci dica quali risposte intende dare a tutti gli agricoltori e agli allevatori che hanno convertito o intendono convertire le proprie aziende in biologico o ancora che risposte intende dare agli agricoltori che hanno bisogno delle misure a superficie, misure che sono vitali soprattutto nelle zone montane. La commissione deve essere trasmessa in diretta streaming, così da consentire ai siciliani di ascoltare cosa ha da dire. Ora, viene da pensare a due alternative o l’assessore non sa quale sia la situazione che stanno vivendo i nostri attori del comparto, oppure la conosce ma non sa come risolverli. Adesso aspettiamo Bandiera in commissione”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI