Agrigento, assembramenti nei locali della movida: tre attività del centro storico sospese

Continuano i controlli delle Forze dell’Ordine per far rispettare le misure anti-Covid. Tre attività del centro storico di Agrigento sono state sospese perché frequentate da giovani avventori che hanno affollato i locali della movida.

I Carabinieri della Compagnia di Agrigento hanno proceduto alla sospensione provvisoria di cinque giorni dell’attività del Mojo, Bar Athenea e Ciaula per assembramenti non regolarizzati. Sono stati sanzionati anche venti avventori perché non indossavano le prescritte mascherine. Chiusura anche per il bar Girasole – Cantunera e Caffè San Pietro ad opera della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

I controlli sono stati eseguiti da una task force, composta da personale della Questura, della Compagnia Carabinieri di Agrigento, del Comando della Guardia di Finanza e della Polizia Locale. La Prefettura valuterà e disporrà i giorni di chiusura effettiva delle varie attività in base alle recidiva o meno.

COVID, “ZONE ARANCIONI” IN SICILIA: LE FAQ

PALERMO, TEMPORALE ALL’ALBA E STRADE ALLAGATE

COVID, SICILIA ANCORA IN “GIALLO”: IL MONITORAGGIO SETTIMANALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI