Agrigento, confisca da 500 mila euro a un imprenditore per truffa aggravata

Confiscati beni per un valore di 500mila euro a un imprenditore attivo nel campo delle scommesse. L’uomo è stato anche sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza per due anni.

Sarebbe stato attuato un esercizio abusivo del gioco. Una truffa considerata aggravata commessa “per ottenere un ingiusto profitto ai danni dello stato sfruttando società estere per indirizzare i proventi delittuosi dei flussi finanziari generati”.

Sequestrate quindi quote di partecipazione, anche estere, polizze assicurative, auto di lusso e conti correnti.

 

REGIONALI, SI CONTANO SCHEDE A CATANIA: NUOVI RITARDI PER LA PROCLAMAZIONE DI SCHIFANI?

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI