Agrigento, la Valle dei Templi si “risveglia”: aperture h24 e tante iniziative

Alla Valle dei Templi i visitatori stanno tornando in massa. Per questa estate 2021 è pronto un programma intenso di eventi, concerti, spettacoli, letture, incontri: un cartellone vero e proprio che accoglierà chi cerca un’esperienza completa, vuole andare al di là della visita tra i reperti e le vestigia di un tempo lontano.

“La Valle dei Templi è una delle punte di diamante dell’offerta culturale della Sicilia – spiega l’assessore regionale ai Beni culturali e all’Identità siciliana, Alberto Samonà – : ci muoveremo tra tante esperienze, visite immersive, teatro, il festival del cinema archeologico che unisce un linguaggio attuale e con l’antico. Un cartellone che durerà non dall’alba al tramonto, ma 24 ore. I dati lo confermano: migliaia di visitatori stanno di nuovo invadendo, pacificamente la Valle dei Templi: è quello che ho definito La primavera dell’archeologia in Sicilia che passa dalla sua offerta culturale”.

La Valle dei Templi, in alcune giornate, sarà aperta quasi h24. Il Parco si fermerà soltanto qualche ora della notte, visto che il cartellone accoglie spettacoli in notturna, itinerari guidati dalla luce delle “lucciole” e tanta musica e cinema sotto i templi; e poche ore prima dell’alba, si entrerà di nuovo nella Valle addormentata per aspettare il sorgere del sole, tra percorsi teatrali e suggestioni declinate sull’unico tema del Risveglio nel Mediterraneo. Oltre alle visite quotidiane ad un sito unico al mondo, patrimonio UNESCO, che ad ogni scavo avviato – soprattutto il cantiere in corso sul Teatro Ellenistico – sta dimostrando di tenere serbati altri segreti.

Il programma

21 giugno ore 20.30

Tempio di Giunone

“A riveder le stelle” omaggio a Dante Alighieri con Aldo Cazzullo e Sebastiano Lo Monaco. Musiche originali scritte ed eseguite dal vivo da Edmondo Romano. Un intenso spettacolo dedicato a Dante e all’Italia che nasce – come la Venere di Botticelli – da una culla di bellezza, di arte, di poesia. L’Italia nasce dalle parole di Dante Alighieri, dai canti della sua Commedia, dall’Inferno e dal Paradiso, dalla visione della grandezza degli uomini e dell’abisso delle loro debolezze. Al centro dello spettacolo la linea forte e coinvolgente del racconto di Aldo Cazzullo, tra le firme più note e seguite del Corriere della Sera, la voce di Sebastiano Lo Monaco, protagonista di trent’anni di Teatro italiano, e la musica di Edmondo Romano, polifiatista e compositore che ha dedicato la sua intera carriera all’incontro tra culture attraverso l’uso di strumenti iconici nelle differenti tradizioni.

15/ 17 luglio ore 20.30

Tempio di Giunone

XVII edizione del Festival del Cinema archeologico

Ritornano i film che esplorano le civiltà antiche, documentari e produzioni che scoprono aspetti sconosciuti e grandi siti del passato: il Festival del cinema archeologico assegna i premi Giunone ed è giunto alla sua diciassettesima edizione.

22/25 luglio

Tempio di Giunone

Sicilymovie – Festival del cinema di Agrigento

Sicilymovie, festival internazionale di cortometraggi e documentari indipendenti che avrà anche tanto di red carpet sulla Via Sacra (uno dei più lunghi, 100 metri guardando i templi): organizzato da SouthMovie e diretto da Marco Gallo, attende tra gli ospiti Walter Veltroni, la pianista coreana Sun Hee You e la cantautrice Alessandra Salerno. Sei le categorie previste, saranno assegnati i SicilyMovie Award.

27 luglio ore 20,30

Tempio di Giunone

Dyonisos

a cura dell’Associazione SKENAI Teatro

L’associazione Skenai presenta  Dyonisos, spettacolo teatrale, tratto da “Le Baccanti” di Euripide, diretto da Giancarlo Guercio alla guida di una compagnia di trenta attori.

 28 luglio ore 20,30

Tempio di Giunone

Emozioni. Omaggio a Mogol e Battisti

Emozioni” è considerato un vero e proprio concerto/racconto grazie alla preziosa partecipazione del più grande autore di testi della musica italiana, Mogol, che nell’ambito della serata racconterà i vari aneddoti e gli importanti significati, legati ad ogni brano che verrà eseguito durante tutto lo spettacolo, facendo un vero e proprio tuffo nel passato, in quegli anni che hanno cambiato profondamente il modo di fare musica e lasciando in eredità a tutti noi, un patrimonio senza eguali.

29 luglio/1 agosto

Arcosoli Jazz X edizione. La prima data si svolgerà alla chiesa di Santa Croce

Quattro date e quattro grandi del jazz non solo italiano: Claudio Fasoli, Francesco Cafiso, Greta Panettieri e Alessandro Presti per altrettanti concerti straordinari.

29 luglio | Chiesa di Santa Croce (Agrigento)

Claudio Fasoli

Il sassofonista veneziano (ma milanese d’adozione) che si è lasciato intrigare solo dal jazz. La popolarità giunge quando negli anni ’70 entra a far parte del ricercato quintetto Perigeo; da allora in poi è stata una scia infinita di collaborazioni internazionali; nel 2018 Musica Jazz lo elegge Musicista dell’Anno, e nello stesso anno esce “Selfie”, cd con il New York quartet.

 30 luglio | Tempio di Giunone

Francesco Cafiso

L’ex enfant prodige di Vittoria ormai è cresciuto e non si contano più le sue collaborazioni internazionali: il suo sax ha suonato con Bob Mintzer, Gianni Basso, Jimmy Cobb, Ronnie Matthews per citarne solo alcuni. Di pochi fa il suo ultimo (e bellissimo) progetto discografico, Irene of Boston dedicato ai fumetti di Corto Maltese.

31 luglio | Tempio di Giunone

Greta Panettieri

Cantante, violinista e paroliera; nata a Roma e cresciuta in Umbria, Greta Panettieri è giovanissima quando arriva a New York e si ferma per sei anni, collaborando con i maggiori virtuosi. Torna nel 2011 e ad Umbria Jazz conosce Gegè Telesforo: colpo di fulmine artistico, e scorribande nella world music. Shattered/Sgretolata è il suo ultimo cd che l’ha portata sul palco di Toquinho.

1 agosto | Tempio di Giunone

Alessandro Presti

Alessandro Presti, classe 1988, trombettista, musicista siciliano, compositore. È un artista di ampio respiro che scrive brani ariosi e avvincenti. L’amore per la tromba ha avuto inizio fin dalla più tenera età, grazie al padre, musicista e direttore d’orchestra. Tra le sue collaborazioni, quelle con Stefano Di Battista, Eddie Gomez, Roberto Gatto, Lew Tabachkin, Bill Mays, Nasheet Waits, Ellade Bandini.

 5/8 agosto

Festivalle – V edizione

Festivalle, il festival internazionale di musica e arti digitali diretto da Fausto Savatteri farà risuonare le sue note jazz ai piedi del Tempio di Giunone, ma anche sulla spiaggia di San Leone e nel piccolo gioiello della Kolymbethra. Già annunciata la line up: Si inizia giovedì 5 agosto con Tommaso Cappellato (USA/ITA), poi l’Alfredo Rodriguez Trio (Cuba / USA), il cantautore portoghese Salvador Sobral, vincitore dell’Eurovision Song Contest 2017, gli attesissimi Kokoroko, collettivo londinese di giovani musicisti che mescolano il jazz all’afro-beat, i Fanfara Station, Tullio De Piscopo, la band folk SELTON (Brasile) e i Cratere Centrale (funk-jazz-electro ai piedi dell’Etna).

11 agosto

Tempio di Giunone

Festino a tempo di peste di Gaetano Aronica

liberamente ispirato alle opere di Aleksandr Puskin e Apuleio di Madaura

regia di Gaetano Aronica e Giovanni Volpe.

scene e costumi Flavia Cocca, aiuto regia Arianna Vassallo.

con Gaetano Aronica e  gli attori della Compagnia del Teatro Pirandello: Ilaria Bordenca, Franco Bruno, Barbara Capucci,Emanuele Carlino, Noemi Castronovo, Silvia Frenda, Marcella Lattuca, Fabrizio Milano, Giovanni Moscato, Viola Provenzano, Nicola Puleo,Marianna Rotolo, Stefano Trizzino.

“Ho immaginato una ciurma di uomini e donne, chiusi in un luogo senza tempo che potrebbe somigliare ad un galeone fantasma o ad un girone dell’Inferno dantesco, intenti a celebrare con un banchetto il dilagare della pestilenza. Una storia di grandi peccati e piccole virtù: un banchetto di sopravvissuti che celebra il proprio autoisolamento mentre la peste intorno imperversa. La chiave dello spettacolo non è tragica, ma briosa, musicale e divertente” spiega Gaetano Aronica.

13 agosto

Tempio di Giunone

MUSICA_ Eddie Gomez

 19/21 agosto

Kinéma, rassegna di cinema e arti visive,  nasce dall’idea di unire in un unico evento, e in uno scenario suggestivo, cinema, arte, cultura. La rassegna è strutturata in tre appuntamenti principali con autori, registi, attori, produttori, distributori, giornalisti, scrittori, critici cinematografici, giornalisti, fumettisti. Organizza  Qoomoon.

 27 agosto

Teatro del tempio di Giunone

Festino a tempo di peste  di Gaetano Aronica

 28 agosto ore 20.30

Tempio di Giunone

“A riveder le stelle” con Aldo Cazzullo e Sebastiano Lo Monaco

 25/ 26 settembre

Fuori cinema

Fuoricinema è un happening, una maratona non stop di incontri diurni e proiezioni notturne, che nasce dal desiderio di raccogliere esperienze di vita, aspirazioni e riflessioni sviluppate attorno al mondo del cinema per metterle in circolo come patrimonio comune.

PALERMO, ALCOLICI IN BOTTIGLIA VIETATI DALLE 21 ALLE 7 FINO AL 31 LUGLIO

ASTRAZENECA, IN SICILIA SOSPESE LE SECONDE DOSI PER GLI UNDER 60

ASTRAZENECA SOLO PER GLI OVER 60: IL PARERE DEL CTS

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI