Alimentare, comincia iter per il riconoscimento del Distretto Sicilia in Rete 

E’ stata presentata l’istanza di riconoscimento per l’istituzione del “Distretto delle Filiere e dei Territori di Sicilia in Rete” con al centro le imprese delle filiere produttive strutturate, le produzioni con certificazione di qualità e biologiche, il turismo e un largo partenariato sul territorio.

Soddisfatto il presidente del Gal Madonie, Santo Inguaggiato per l’obiettivo raggiunto grazie anche al ruolo significativo che ha svolto l’Ente da lui diretto.

L’istanza è stata presentata dal soggetto proponente “C.i.b.o. (Cultura, identita’, biodiversita’, organizzazione) in Sicilia“, costituito lo scorso 17 luglio proprio a questo fine. Il largo partenariato aderente al “Distretto delle filiere e dei territori di Sicilia in rete” è costituito da quattro Agenzie Locali di Sviluppo, cinque Flag, 16 Gal con tutti i Comuni soci, otto tra associazioni di categoria e dei consumatori, sei tra Consorzi di tutela e O.p., le associazioni di rappresentanze e tutela dell’agricoltura biologica, le realtà sociali e di promozione turistica, cinque Consorzi di ricerca, l’Esa, La Rete delle fattorie sociali, il Comitato “Fa la cosa giusta”, l’Aiccre, l’Anci Sicilia, tre enti di formazione, oltre a numerose imprese agricole e agroalimentari non associate a organismi di filiera già rappresentati nella Rete appena costituita.

“L’istituzione del Distretto del Cibo – afferma il presidente del Gal Madonie Santo Inguaggiato – rappresenta un primo significativo traguardo per la promozione della Sicilia con le sue produzioni. Un traguardo per nulla scontato se si considerano i tempi ristretti e il lavoro necessario per aggregare e ricondurre a una visione unitaria un partenariato così vasto che comprende l’intera isola. La sfida adesso, superata la fase degli adempimenti, è quella di operare come una grande rete che, partendo dalle eccellenze e dalle potenzialità singole, di filiera o di area, promuova l’intero territorio. Esprimo la gratitudine del Gal – conclude Inguaggiato – a tutti coloro che hanno lavorato, con spirito costruttivo, per il raggiungimento di questo obiettivo (Amministrazione regionale e partner) e la soddisfazione per il contributo della nostra struttura ed in particolare del nostro direttore Dario Costanzo”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI