Almaviva, i lavoratori incontrano Provenzano: “Crisi urgente, subito il tavolo al Mise”

Serve un tavolo al Mise al più presto. Questa la posizione condivisa col ministro del Sud Giuseppe Provenzano dai lavoratori e sindacalisti Almaviva, la cui delegazione ha partecipato all’incontro con il ministro, preceduto da un breve incontro con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha affermato di aver fornito “una ampia relazione sulla questione delle telecomunicazioni a Palermo, capitale italiana dei call center”.

Presenti anche il vice sindaco Fabio Giambrone e gli assessori comunali Giovanna Marano e Giuseppe Mattina. Nei prossimi giorni dovrebbe aprirsi il tavolo di crisi presso il Mise per una situazione che vede a rischio licenziamento a Palermo 1600 lavoratori in ambito call center e che da tempo è oggetto di appelli e richiami da parte dei sindacati e degli stessi lavoratori.

I sindacati Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Tlce e una delegazione di lavoratori Almaviva Contact Palermo in una nota affermano: “Abbiamo ribadito unitariamente l’urgenza di un impegno concreto da parte del governo, non solo tramite l’utilizzo di ammortizzatori sociali ma con azioni strutturali. Il ministro, condividendo l’impostazione proposta dalle organizzazioni sindacali e dal sindaco Orlando anche in veste di presidente dell’Anci, ha rimarcato quanto la vertenza Almaviva necessiti di un intervento immediato e ha comunicato di aver già attivato i contatti con i ministri Patuanelli e Catalfo per l’attivazione di un tavolo dedicato ad Almaviva e uno di settore”.

E la nota prosegue: “Il ministro Provenzano ha condiviso che gli ammortizzatori sociali non possono essere l’unico strumento per fronteggiare la crisi. E ha sottolineato il fatto che la paventata e temuta apertura delle procedure di licenziamento da parte di Almaviva non si sia ancora concretizzata, alla luce di previsti ulteriori incontri e interlocuzioni, ritenendolo un approccio costruttivo. Il ministro si è con noi impegnato a sollecitare i due dicasteri di competenza, per l’attivazione del tavolo già dalla settimana prossima”.

Il ministro Provenzano si è detto pronto ad affrontare personalmente la questione: “Da responsabile lavoro del Pd ho messo a fuoco quanto urgente sia la crisi di Almaviva e ad alcuni di voi avevo promesso di venire a incontrarvi, una promessa che ho voluto mantenere in questa nuova veste”. E ha aggiunto: “Come mio primo atto politico ho chiamato il ministro del lavoro Nunzia Catalfo e il ministro Stefano Patuanelli per chiedere di istituire un tavolo con Almaviva e per portare il caso al ministero dello Sviluppo economico”.

Il sindaco Orlando invece ha sottolineato: “L’Amministrazione Comunale ha sempre seguito questa vertenza e riteniamo che occorra passare dalla logica degli ammortizzatori sociali alla logica dell’innovazione e dello sviluppo innovativo dell’area palermitana, così come analogo sviluppo va fatto con riferimento ai lavoratori dell’EX Fiat che sono stanchi degli ammortizzatori sociali, peraltro erogati in maniera precaria, e invece rivendicano con i sindaci dell’area di Termini, un adeguato progetto di sviluppo industriale con adeguati finanziamenti”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI