Amat

Amat, sindacati pronti allo sciopero: “Il Comune di Palermo si sottrae al confronto”

Un altro nulla di fatto e lo scenario dello sciopero dei lavoratori Amat è sempre più concreto. É quanto emerge dopo l’incontro avvenuto ieri in Prefettura tra sindacati e azienda di trasporto pubblico di Palermo, che – appunto – ha dato esito negativo.

Le sigle sindacali (Amat Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti, Faisa Cisal, Cobas Trasporti e Orsa Trasporti) ribadiscono la loro disponibilità al dialogo con il Comune ma avvertono: “Siamo pronti a proclamare lo sciopero. “Riteniamo che il Comune di Palermo debba partecipare al confronto e quindi abbiamo manifestato al vicario del Prefetto e quindi alla Azienda, tutti gli atti di estrema gravità a valenza economica-finanziaria perpetrate dall’amministrazione comunale”.

E sottolineano: “L’Azienda Amat è stata oggetto, e continua ad esserlo, di una serie di provvedimenti di materia economica-finanziaria che hanno inciso e che hanno messo in gravissime difficoltà la stabilità aziendale. Le nostre estreme preoccupazioni, per tale vicenda, ci hanno portato ad aprire la vertenza e a proclamare lo stato di agitazione, il cui destinatario non è certo l’Azienda Amat, ma il Comune di Palermo che continua a sottrarsi ad ogni confronto su un tema di così estrema gravità”.

ASTRAZENECA “OPEN” IN SICILIA: SOMMINISTRATE IL QUADRUPLO DELLE DOSI

COVID, LA SICILIA RESTA IN ZONA ARANCIONE

COVID, L’ITALIA RIPARTE DAL 26 APRILE

COVID IN SICILIA, I DATI DEL 16 APRILE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI