Amministrative, Micciché: “Il candidato di FI è Cascio. Mia leadership? Criticata dal 1995”

“Non esistono alternative. Il nome del partito è quello di Francesco Cascio“. Lo dichiara in merito al candidato a sindaco di Palermo e senza mezze misure il presidente dell’Ars e coordinatore regionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè. Lo ha fatto a margine della presentazione della mostra ‘Freedom’ di Steve McCurry al Palazzo Reale.

“Noi – come dicevamo scherzando – essendo un partito dittatoriale a base anarchica ed essendo un partito in cui c’è Berlusconi è chiaro che non possono esserci correnti di nessun tipo. Da parte di qualcuno più giovane c’è questa immaginazione di dover essere – prima o poi – lui a comandare. Continuiamo a lavorare tranquillamente, ho 68 anni. Credo debbano avere l’intelligenza di avere pazienza”.

“Nella riunione è stata messa in discussione la mia leadership? Succede dal 1995. Ronzulli è una persona con la quale non avevo un grande rapporto, ma dopo la sua venuta in Sicilia e resasi conto di qual è la realtà, mi sono ritrovato una grande alleata, ma non esiste alcuna corrente Ronzulli o Micciché“.

MUSUMECI: “VINCERE IN SICILIA È UNA SORTA DI GREEN PASS PER LE SORTI DELLA NAZIONE”

CASTELLAMMARE, MUORE UN 34ENNE: COLPITO DA UN MALORE PRIMA DI UNA GARA DI KART

MAFIA, SEQUESTRO DA 10 MILIONI A VINCENZO GRAZIANO: COLPITO IL PATRIMONIO DEL BOSS

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI