Francesco Scoma
Francesco Scoma

Amministrative, Minardo annuncia: “Scoma è il candidato sindaco di Lega-Prima l’Italia”

La Lega-Prima l’Italia ufficializza la candidatura di Francesco Scoma a sindaco di Palermo. A darne l’annuncio è il coordinatore siciliano della Lega-Prima l’Italia, Nino Minardo.

Siamo al lavoro con Francesco Scoma per dare a Palermo un’amministrazione finalmente all’altezza e non si può più tornare indietro: crediamo nell’unità della coalizione e chiediamo agli alleati di sostenere la nostra proposta”, dice Minardo.

“Sarà una campagna elettorale entusiasmante per spiegare cosa vogliamo fare per Palermo. Non c’è più tempo da perdere ed è necessario partire”, conclude.

Vincenzo Figuccia, deputato di Prima l’Italia all’Assemblea regionale siciliana, afferma: “Con Francesco Scoma candidato a sindaco, a Palermo il centrodestra può trovare l’unità e battere il candidato ombra di Leoluca Orlando. A sinistra le stanno provando tutte per rifarsi una verginita, ma sono gli stessi di sempre: i lacché del “professore” che sperano ora di trovare la ribalta e di affrancarsi. Prima l’Italia ha già il suo candidato in campo ed è pronta alla sfida per far rinascere Palermo. I nostri candidati hanno l’energia e la volontà di far una bella campagna elettorale su un programma alternativo alla sinistra e in grado di assicurare sviluppo, modernità e servizi efficienti alla Città”.

Alessandro Anello, consigliere comunale di Lega-Prima l’Italia, dice: “Il centrodestra a Palermo per vincere deve restare unito e la candidatura di Francesco Scoma può rappresentare la sintesi delle forze della coalizione alternative alla sinistra targata Orlando che ha distrutto la città. La Lega-Prima l’Italia è al lavoro per costruire un governo forte e autorevole a Palazzo delle Aquile, ma è necessario convergere su un aspirante primo cittadino che sia elemento di unità e non di divisione. Un sindaco che vada a vedere i conti reali del Comune, delle partecipate, e che riorganizzi la macchina amministrativa avendo piena contezza del piano di riequilibrio fantasioso partorito dalla fallimentare gestione Orlando”.

I “CAPRICCI” DELLA POLITICA E IL “GIOCO DELL’OCA” DEL CENTRODESTRA SICILIANO

ITA, INTERROGAZIONE URGENTE DEL PD ALL’ARS. LUPO: “PREOCCUPANTE SILENZIO DI MUSUMECI”

AMMINISTRATIVE, INDETTI I COMIZI: IN SICILIA SONO 120 I COMUNI AL VOTO GIORNO 12 GIUGNO

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI