Anticipo di Tfs e Tfr anche per i dipendenti regionali. Zambuto: “Intervento di equità”

Anticipazione del Tfs e Tfr anche per i dipendenti della Regione Siciliana. Dallo scorso 25 novembre 2021, infatti, anche i dipendenti regionali possono godere di un anticipo del Tfs (trattamento di fine servizio) e Tfr (trattamento di fine rapporto), secondo le forme previste per i dipendenti dello Stato.

Il Fondo Pensioni Sicilia, dopo essere stato accreditato dalla Presidenza del Consiglio nell’elenco degli enti erogatori, ha pubblicato sul proprio sito istituzionale le disposizioni e la modulistica per consentire a tutti i dipendenti regionali l’accesso anticipato al Tfs/Tfr, secondo una procedura di credito agevolato, che prevede un’erogazione fino ad un massimo di 45mila euro ad un tasso di interesse fissato dall’Associazione Bancaria Italiana allo 0,4%.

“Un risultato importante per il governo Musumeci – dice l’assessore regionale alla Funzione pubblica e autonomie locali, Marco Zambuto – perché si tratta di un intervento di equità che consente di allineare i pensionati regionali a quelli delle altre amministrazioni dello Stato”.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 9 DICEMBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 9 DICEMBRE 2021

VACCINI, SICILIA IN RITARDO SULLE TERZE DOSI

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI