Dia

Antimafia, operazione “Scrigno”: chiuse le indagini, tra gli indagati tre nuovi nomi

Altre tre persone sono indagate per voto di scambio politico mafioso nell’ambito dell’operazione antimafia “Scrigno”, condotta nel marzo scorso dai carabinieri nel Trapanese e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Lo si evince dall’avviso conclusioni indagini notificato oggi dai pm Claudio Camilleri e Gianluca De Leo della Dda.

Tra gli indagati risultano anche Alessandro Manuguerra, consigliere comunale di minoranza ad Erice, il padre, Luigi Manuguerra, leader del movimento “Nati Liberi” e Vito Mannina, padre della consigliera comunale di minoranza di Erice Simona Mannina.

Nell’operazione risultano indagate, a vario titolo, complessivamente 29 persone e tra queste l’ex deputato regionale Paolo Ruggirello, transitato nel Pd da “Articolo 4”, ed i figli del boss Vincenzo Virga, Francesco e Pietro, accusati tutti di associazione mafiosa. Il Tribunale del Riesame aveva derubricato per Ruggirello il reato contestato a concorso esterno, ma i pm, concludendo le indagini, non ne hanno tenuto conto.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI