Apicoltura in Sicilia, pronta la graduatoria del bando per il comparto miele

E’ stata definita la graduatoria dei beneficiari del bando “Azioni dirette a migliorare la produzione e la commercializzazione del miele” – Campagna 2020/2021. Si potrà consultare sul sito web della Regione Siciliana (dipartimento dell’Agricoltura) a partire da oggi. Gli obiettivi del bando riguardano: la formazione, la divulgazione e l’assistenza tecnica attraverso finanziamenti a favore del mondo associazionistico; l’acquisto di attrezzature e il ripopolamento del patrimonio apicolo, tramite contributi erogati ai privati.

“Questa misura – dichiara l’assessore regionale all’Agricoltura, Sviluppo rurale e Pesca mediterranea, Toni Scilla – ci permette di sostenere il settore dell’apicoltura attraverso l’erogazione di un contributo cofinanziato dall’Unione europea e dal Mipaaft, che per la campagna in atto equivale a quasi 604mila euro”.

Il bando ha dato particolare impulso alle sotto-azioni A6 e C2.2, inerenti l’acquisto di attrezzature per il miglioramento del livello tecnologico delle aziende apistiche e di attrezzature meccaniche per gli apicoltori che praticano il nomadismo. “Il Governo Musumeci – sottolinea Scilla – continua così a supportare un comparto di grande valore per la nostra regione. Non si tratta soltanto di incentivare una produzione di miele di elevata qualità, ma anche di preservare il benessere delle api che giocano un ruolo chiave nell’ecosistema, poiché sentinelle dell’inquinamento ambientale”.

Sono state 147 le istanze ricevute, ritenute tutte ricevibili; limitatamente alla sotto-azione C2.2 solo due ditte non sono state ammesse al finanziamento per assenza dei requisiti. L’importo complessivamente richiesto per le sotto-azioni ammonta a 820.465 euro e probabilmente tutte le istanze potranno essere finanziate, grazie all’aumento del contributo comunitario proposto dalla Commissione Ue; la gestione degli ulteriori fondi, di cui si avrà certezza a fine giugno, potrà infatti consentire di fare scorrere le graduatorie includendo il maggior numero possibile di aventi diritto.

IL PROCURATORE DI TRAPANI: “CONDOTTA SPREGIUDICATA”

IN SICILIA SI DEVE RIORGANIZZARE ANCHE LA GESTIONE DEI VACCINI

M5S: “IN SICILIA VA NOMINATO UN NUOVO COMMISSARIO COVID”

DATI FALSI SUL COVID, TRE ARRESTI: INDAGATO L’ASSESSORE RAZZA

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI