Appalti, istituito il “Cassetto delle imprese”. Falcone: “Tagliamo le lungaggini”

Il decreto assessoriale n. 14 dello scorso 25 marzo istituisce il c.d. “Cassetto delle imprese”, cioè l’Albo degli Operatori Economici della Regione Siciliana per lavori, servizi e forniture ricompresi nell’art. 36 del D.Lgs. n. 50/2016 e seguenti adeguamenti normativi.

A firmare il decreto l’assessore Marco Falcone: “La Regione Siciliana si dota oggi di un vero e proprio “Cassetto delle imprese”, così da tagliare le lungaggini e agevolare le forze produttive nella partecipazione agli appalti pubblici. Il Governo Musumeci, dopo una proficua concertazione con Ance e altre associazioni datoriali, ha infatti istituito l’Albo degli Operatori economici, rivolgendosi alla platea delle imprese interessate dagli affidamenti della Regione e dalle gare effettuate dagli Urega. Semplifichiamo per aumentare la trasparenza e facilitare il lavoro tanto degli enti pubblici quanto delle stesse aziende che sono il motore socio-economico della Sicilia”.

“Grazie a questa misura – prosegue l’assessore – riduciamo l’aggravio per gli operatori nella fase di presentazione della documentazione amministrativa richiesta da ogni gara. Per aziende e professionisti registrati non sarà più necessario presentare le stesse carte per ogni affidamento. Nel “cassetto” della Regione, infatti, ogni impresa inserirà atti e requisiti a cui le Commissioni di gare potranno attingere, di volta in volta, quando richiesto dallo svolgimento delle procedure. Agli operatori – sottolinea Falcone – spetterà solo presentare una dichiarazione che rinvia all’Albo. Proseguiamo convinti nel percorso di risanamento e rilancio dell’intero sistema dei Lavori pubblici in Sicilia”.

IL PROCURATORE DI TRAPANI: “CONDOTTA SPREGIUDICATA”

IN SICILIA SI DEVE RIORGANIZZARE ANCHE LA GESTIONE DEI VACCINI

DATI FALSI SUL COVID, TRE ARRESTI: INDAGATO L’ASSESSORE RAZZA

SCANDALO COVID, SI DIMETTE L’ASSESSORE RAZZA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI