arance rosse

Arance rosse di Sicilia in Cina grazie ad Alibaba e ai suoi 637 milioni di clienti

Alibaba, con il supporto del ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo e del Distretto agrumi di Sicilia, sarà la prima piattaforma globale a portare le arance rosse di Sicilia in Cina. Lo rende noto un comunicato.

In novembre, in una missione in Cina del vicepremier Luigi Di Maio, era stato ‘chiuso’ il dossier sull’export di agrumi, con arance e limoni che potranno essere trasportati in aereo nel gigante asiatico, mentre in dicembre era stato firmato a Milano il rinnovo del ‘memorandum of understanding’ tra ministero, Icqrf e Alibaba per promuovere le eccellenze agroalimentari di qualità certificata italiane su tutte le piattaforme del gruppo cinese.

L’arancia rossa sarà presente in una fascia di mercato premium, di alta qualità e distribuite a partire dalle prossime settimane, inizialmente tramite Mr Fresh di Tmall, una dei ‘marketplaces’ on line del gruppo Alibaba che conta 637 milioni di consumatori cinesi attivi, e Freshippo, catena di supermercati ‘new retail’.

DI MAIO: “SONO VERAMENTE CONTENTO” – “Sono veramente contento del fatto che sta per partire il primo carico di arance siciliane via aereo verso la Cina: è un accordo che abbiamo firmato con il ministro Centinaio subito dopo la visita a Shanghai, questo significa che non porteremo solo artigianato ma anche agroalimentare, con grandi opportunità per comparti che erano in forte crisi”.

Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a margine del forum Italia-Cina.

“La firma della Via della Seta, le relazioni diplomatiche e industriali che possono nascere grazie agli accordi che si firmano in questi giorni – ha aggiunto il leader pentastellato – creeranno più posti di lavoro in Italia per le nostre aziende, faranno nascere nuove imprese in Italia”.

DISTRETTO AGRUMI DI SICILIA: “BENE AVVIO COMMERCIALIZZAZIONE” – “Bene l’avvio della commercializzazione delle Arance rosse dalla Sicilia in Cina sulle piattaforme on line e off line di Alibaba Group”. Così il presidente del Distretto Agrumi di Sicilia Federica Argentati, aggiungendo come sia “la dimostrazione che il lavoro portato avanti dal Distretto Agrumi di Sicilia per promuovere questa opportunità verso i produttori siciliani è stato premiato e comincia a dare i suoi frutti”.

“Il Distretto – aggiunge Argentati – ha accolto con piacere l’interesse di Alibaba due anni fa mettendo l’azienda cinese in contatto con le organizzazioni produttori della rete d’impresa People of Sicily associate al Distretto. In tale prospettiva ha anche promosso in diverse occasioni momenti di incontro, di approfondimento e di conoscenza del mercato cinese anche con il coinvolgimento del management di Alibaba Group”.

“Adesso che la ‘macchina’ dell’export tramite i canali del gigante del commercio cinese è avviata – continua – ci auguriamo che presto altre aziende in grado di fare sistema possano seguire l’esempio di chi ha già scommesso su questo grande e nuovo mercato per l’agrumicoltura italiana”.

“Ci teniamo a ricordare – osserva Argentati – che la vera novità della commercializzazione con la Cina delle arance rosse consiste nel trasporto via aereo, e non soltanto via nave, opzione già possibile dal 2017. L’aereo consente al prodotto di arrivare in condizioni tali da garantirne meglio la qualità e il posizionamento su una fascia alta di mercato. Una possibilità sbloccata dopo tante sollecitazioni grazie al lavoro svolto lo scorso autunno dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal vicepremier Luigi Di Maio in sinergia con il Mipaaft e la Regione Siciliana”.

“Un traguardo – conclude il presidente del Distretto – che è stato raggiunto con un lavoro sinergico e di sistema che ci auguriamo possa sempre più diventare il modus operandi di tutto il comparto”.

Categorie
economia
Facebook
Video

CORRELATI