gaetano armao istituisce commissione su debito della regione

Armao, relazione a Camera e Senato: “Per la crescita servono contributi a fondo perduto”

“Occorre inserire nel Def 2020 decise ed imprescindibili misure di immissione di liquidità diretta, in particolare per le imprese del Sud, mediante contribuzioni a fondo perduto quale condizione necessaria, anche se non sufficiente, per recuperare la prospettiva di una crescita possibile e soprattutto non socialmente distruttiva. Non può infatti ritenersi sufficiente, sopratutto nel Sud, il sostegno per l’accesso al credito, come chiarito dalla stessa Banca d’Italia”.

Lo scrive l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao nella relazione della Regione siciliana per l’audizione presso le commissioni bilancio di Camera e Senato sul Def 2020 trasmessa dall’assessore regionale all’Economia.

“La commissione europea, con la comunicazione del 20 marzo, ha sospeso i parametri di finanza pubblica relativi al deficit di bilancio per far fronte all’emergenza da Covid-19, in applicazione della general escape clause. Anche per la Regione siciliana vi è una priorità di salvaguardia degli equilibri di bilancio. Va quindi considerato quanto tale sospensione possa incidere sul contributo al risanamento della finanza pubblica richiesto alla Regione Siciliana nell’ambito della competenza esclusiva dello Stato al coordinamento della finanza pubblica”.

“Le maggiori risorse saranno utilizzate per aumentare il finanziamento e il potenziamento del sistema sanitario nazionale, delle forze dell’ordine, del sistema di protezione civile e delle altre amministrazioni pubbliche che sono chiamate a dare una efficace risposta alla situazione emergenziale – si legge nel documento -. Saranno, inoltre, ulteriormente potenziate le misure per il sistema delle garanzie a favore degli operatori economici pubblici e privati, la tutela del lavoro, con particolare riguardo alla sicurezza e alla garanzia della salute dei lavoratori, il sostegno ai settori produttivi maggiormente colpiti dall’emergenza sanitaria”.

“Si scorge già in questa misura – prosegue il documento – la possibilità che venga accolta la più che legittima richiesta formulata dalle Regioni a statuto speciale: veder ridotto o, come prospettato, azzerato per il 2020 ed il 2021, il contributo al risanamento della finanza pubblica che per la sola Regione siciliana ammonta a 1,1 miliardi di euro per far fronte alle drastiche previsioni di minor entrata. Questione che diviene ineludibile, adesso, per il Governo nazionale. Ma della segnalata riduzione non é dato riscontrare segno alcuno nel testo del Def, nonostante le formalizzazioni e le riunioni tenute, e pertanto il Documento, anche sotto tale profilo, va integrato”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI