ars rinviata commissione bilancio

Ars, altre tre leggi regionali siciliane impugnate dal Consiglio dei Ministri

Altre leggi regionali della Sicilia impugnate dal Consiglio dei Ministri. E’ quanto deciso a Roma nel corso della riunione del 29 settembre.

Appena 5 giorni fa erano state impugnate le leggi regionali n° 17,18 e 19. Oggi tocca alle leggi regionali numero 20, 21 e 22: in tutti e tre i casi talune disposizioni violerebbero le competenze della Regione Siciliana. Si tratta rispettivamente della legge sull’accoglienza, la legge sulle concessioni demaniali marittime e la legge che (tra le altre) la gestione del servizio idrico ad Agrigento.

 

LE LEGGI IMPUGNATE DAL GOVERNO

– la legge della Regione siciliana n. 20 del 29/07/2021 “Legge regionale per l’accoglienza e l’inclusione. Modifiche di norme”, in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione Siciliana dallo Statuto speciale di autonomia in materia di diritto di asilo e accoglienza, violano l’articolo 117, secondo comma, lettera a) e b), della Costituzione;

– la legge della Regione siciliana n. 21 del 29/07/2021 “Disposizioni in materia di agroecologia, di tutela della biodiversità e dei prodotti agricoli siciliani e di innovazione tecnologica in agricoltura. Norme in materia di concessioni demaniali marittime”, in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione Sicilia dallo Statuto speciale di autonomia, violano l’articolo 117, primo comma, e secondo comma, lettera l), della Costituzione, nonché i principi fondamentali in materia di tutela della salute;

– la legge della Regione siciliana n. 22 del 03/08/2021 “Disposizioni urgenti in materia di concessioni demaniali marittime, gestione del servizio idrico integrato nell’ambito territoriale ottimale di Agrigento e di personale di Sicilia Digitale S.p.A. Disposizioni varie”, in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione siciliana dallo Statuto di autonomia, violano gli articoli 81, terzo comma, e 117, secondo comma, lettere e) e l), della Costituzione;

SEUS E SAS SENZA VERTICI, MONTERA (CISL FP): “BASTA FARE POLITICA”

MUSUMECI: “INTEL? CATANIA HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA”

FRANCOFONTE ANCORA “ZONA ARANCIONE”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI