Ars, altro rinvio per la Finanziaria: slitta ancora la seduta per incardinare i testi

Ancora uno slittamento per l’incardinamento dei testi della “manovra” regionale all’Ars. Dopo due rinvii nei giorni scorsi, la seduta era prevista mercoledì mattina alle 11, ma il vice presidente dell’Ars Roberto Di Mauro si è trovato nelle condizioni di dover aprire e annunciare contestualmente il rinvio dei lavori.

“Non siamo nelle condizioni di avere i documenti a posto – ha affermato Di Mauro – pertanto rinviamo alle 18 per incardinare quanto meno il bilancio”.

Il riferimento è al confronto in atto nella maggioranza sulla versione del testo uscita dall’esame in Commissione Bilancio: un testo che potrebbe essere oggetto di svariati “stralci” operati dalla stessa Presidenza prima di approdare in aula. Il numero degli articoli dopo l’esame in commissione sarebbe infatti triplicato e per alcune norme vi sarebbe anche qualche dubbio su alcune coperture finanziarie.

Polemico il capogruppo all’Ars del M5S, Giovanni Di Caro: “Un’altra giornata a vuoto, come ieri e come lunedì. Aula rinviata alle 18, in attesa che il governo batta un colpo. Ma il colmo dei colmi è che tanta attesa è il preludio al nulla. Le uniche note di rilievo di una Finanziaria completamente vuota, senza ristori e senza prospettive, sono negative e mi riferisco alla norma sul karate e al tentativo di saccheggiare il fondo per i disabili. A tal proposito, vogliamo sperare che la norma che prevedeva lo scippo ai disabili sia stata espunta dal testo. Ci sono le premesse che si riesca a finanziare la stabilizzazione degli Asu senza penalizzare questi soggetti fragili. Su questo saremo inamovibili: Se occorre presenteremo un emendamento ad hoc in aula”.

COVID A PALERMO: VIA ALLE VACCINAZIONI PER I DIPENDENTI RAP

COVID, LA SICILIA RISCHIA LA ZONA GIALLA “RAFFORZATA”

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 9 MARZO 2021

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA DEL 9 MARZO 2021

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI