Ars, approvati tanti articoli ma la fine della Finanziaria slitta ancora

Sono stati approvati tanti articoli ma non si è arrivati al traguardo finale della Finanziaria che sarà probabilmente votata nella giornata di venerdì. Sono quindi tramontati i buoni propositi (ammesso che lo fossero) di proseguire a oltranza per chiudere entro la serata di giovedì.

C’è ancora da superare il nodo principale, quello dell’articolo 2, che era stato accantonato e ci sarà da trovare la formula più idonea per racchiudere in un ordine del giorno la volontà dell’Aula di trovare una soluzione per i ristori di imprenditori e commercianti che hanno protestato ieri davanti a Palazzo e che sono stati ricevuti nel pomeriggio per cercare una soluzione all’emergenza economica. Bisognerà mettere mano a fondi extraregionali da riprogrammare, ci sarebbero somme tra 200 e 300 milioni di euro da poter utilizzare.

E proprio grazie all’utilizzo di fondi Poc sono stati approvati in giornata alcuni articoli: 5 milioni andranno ai comuni per interventi sulle sale cinematografiche; 7 milioni per ristorare il settore degli Ncc (noleggio con conducente); per il Taobuk Festival e il Taormina Film Festival sono stati approntati 400 mila euro. Ci sono anche incentivi per auto elettriche, per il dragaggio del porto di Gela.

COVID IN SICILIA, I DATI DEL 25 MARZO

VACCINO IN SICILIA, 500 PARROCCHIE METTONO A DISPOSIZIONE I LOCALI

NUOVO BLITZ ANTIMAFIA A BORGO VECCHIO: 15 MISURE CAUTELARI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI