Ars, assistenza domiciliare: ok in commissione alla risoluzione per l’accreditamento

È stata approvata all’unanimità in commissione sanità all’Ars una risoluzione che impegna il governo a procedere celermente con il sistema dell’accreditamento per l’assistenza domiciliare anche secondo quanto già previsto nella circolare dell’assessore Razza del 12 giugno 2019.

L’emanazione delle linee guida era prevista entro il 31 dicembre 2019 ma ci sono stati dei ritardi. “La risoluzione – spiega Pullara, vice presidente della commissione sanità all’Ars – si è resa necessaria non solo per il lungo lasso di tempo trascorso ma soprattutto per evitare quanto disposto con una circolare dell’assessore ad interim Musumeci del 29 aprile”.

“Questa circolare – continua – è in controtendenza con le altre regioni italiane e autorizza le aziende a procedere mediante gara ribaltando quanto già stabilito nel 2019 con il sistema dell’accreditamento che invece assicura la libera scelta da parte del paziente tra più operatori piuttosto che l’obbligo verso una. Riteniamo che con questa risoluzione la commissione sanità abbia aggiustato il tiro rispetto a quanto il governo in maniera strabica intendeva fare”.

RAZZA: ”SPALMARE I MORTI? FRASE INFELICE”

REGIONE, MUSUMECI FRENA: SLITTA IL RITORNO DI RAZZA

MAFIA, GIOVANNI BRUSCA TORNA LIBERO PER FINE PENA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI