bilancio e finanziaria arrivano in aula

Ars, Governo battuto col voto segreto sull’articolo 19 della Finanziaria

Il “brivido” più grosso della giornata d’Aula a Palazzo dei Normanni, la prima della seconda settimana dedicata alla Finanziaria, è arrivato in serata con la bocciatura a voto segreto dell’articolo 19 della finanziaria. Il Governo è stato battuto in modo secco (37 voti a favore e 16 contrari) quando è stato presentato un emendamento soppressivo la cui approvazione ha di fatto cancellato l’articolo della Finanziaria.

Si trattava di una norma che prevedeva la possibilità per la ragioneria generale di esercitare attività ispettiva nei confronti degli enti vigilati e delle società partecipate regionali anche attraverso avvocati, commercialisti, aziendalisti, revisori dei conti, magistrati e avvocati dello Stato in quiescenza, oltre che attraverso dirigenti o funzionari statali e regionali in quiescenza.

Poi l’Assemblea è stata aggiornata a domani, martedì, alle 11.00. I passi avanti nell’esame del testo non sono stati tanti. Fra gli articoli approvati c’è l’articolo 4 con il quale si prevede la riduzione del 3% delle spese correnti delle partecipate della Regione attraverso una sorta di “piano di rientro” che dovrà essere varato entro fine aprile. Approvati anche gli articoli 15 e 18 che prevedono i “comandi di personale” nel settore della sanità e per la “rigenerazione amministrativa” della pubblica amministrazione.

Il passo dei lavori resta piuttosto lento e l’approvazione del testo finale non dovrebbe avvenire prima di venerdì.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 22 MARZO 2021

MUSUMECI: “AUMENTANO I CONTAGI MA NON SIAMO IN EMERGENZA”

DI DIO: “DATI COVID GONFIATI ED ERRORI MADORNALI”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI