ars pausa elettorale si insedia la commissione vitalizi protesta il m5s

Ars, incardinati cinque disegni di legge. Commemorato Gianni Parisi: “È stato un esempio”

L’Assemblea Regionale siciliana ha incardinato oggi i disegni di legge su “semplificazione amministrativa”, “diritto allo studio”, “Pesca mediterranea” , “ddl rifiuti” e “turismo nautico”. Gli
emendamenti devono essere presentati entro lunedì a mezzogiorno. La prossima seduta d’aula con l’avvio dell’esame dei testi è convocata martedì 14 maggio alle ore 16.

È stata anche costituita la commissione che si occuperà il taglio dei vitalizi. Sarà composta da Alessandro Aricò (Db), Giancarlo Cancelleri e Jose Marano (M5s), Marianna Caronia (Misto), Antonello Cracolici e Baldo Gucciardi (Pd), Nicola D’Agostino (Sf), Roberto Di Mauro e Carmelo Pullara (Popolari Autonomisti), Eleonora Lo Curto (Udc), Michele Mancuso, Antonio Catalfano e Stefano Pellegrino (Fi),

Oggi in Aula è stata commemorata la figura di Gianni Parisi, deputato regionale di numerose legislature, vicepresidente della Regione durante il Governo Campione, ed ex segretario regionale del Pci.

Gianfranco Miccichè, presidente dell’Ars: “Gianni Parisi ha condotto battaglie importantissime per la nostra terra. E se nel corso degli anni, dentro quest’aula, ci sono stati rappresentanti della mafia, di sicuro ci sono stati i più alti rappresentanti dell’antimafia e fra questi bisogna ricordare proprio Parisi”.

Giuseppe Lupo, capogruppo Pd all’Ars: “Gianni Parisi ha creduto nei valori del Partito Democratico fin dal primo momento”.

Antonello Cracolici, deputato regionale Pd: “Quando ho conosciuto Gianni Parisi aveva da poco preso il posto di Achille Occhettto alla segreteria regionale del Partito Comunista. Parisi è stato un esempio, ha saputo trasformare la sua passione per la politica in una ‘professione’, nel senso che ha scelto la politica con un livello di rigore professionale così alto che lo ha portato a non anteporre mai interessi personali rispetto alla sua funzione di rappresentanza. Grazie, Gianni, per tutto quello che ci lasci. Sei stato un esempio per la Sicilia”.

Claudio Fava, presidente Commissione Antimafia: “Non tacque mai, e non urlò mai, non cercò mai le vie facili della retorica e non riempì le sue parole di vento e polvere per farle suonare meglio alle orecchie della gente. Aveva uno stile che rimpiango”.

In Aula hanno ricordato Parisi anche l’assessore al Territorio Toto Cordaro, intervenendo a nome del governo regionale e Giusy Savarino a nome del gruppo Diventerà Bellissima.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI