Palazzo - Aquile - Palermo

Assembramenti a Palermo: il Comune prepara divieti per i pedoni nel centro storico

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando sta preparando un’ordinanza per limitare gli assembramenti nel capoluogo siciliano, sfruttando quanto previsto dal nuovo Dpcm. Il provvedimento dovrebbe essere pronto venerdì. Non ci dovrebbe essere il coprifuoco, bensì un divieto ai pedoni di sostare a partire dalla zona del centro storico, in vigore nel fine settimana dalle 21 a mezzanotte.

Domani e venerdì è in programma il Comitato per l’ordine e la sicurezza insediato in Prefettura. Orlando tenta dunque la strada di ridurre il rischio contagio della movida, impedendo non tanto la circolazione ma ogni forma di assembramenti davanti ai pub e ai locali affollati soprattutto da giovani. Se non ci fossero le risposte che si attendono si chiuderanno le piazze e le vie più frequentate a Palermo, come via Maqueda, piazza Sant’Anna, la Vucciria, piazza Magione e le strade limitrofe a via Libertà, piazza Politeama, via Principe di Belmonte e piazzetta Bagnasco, dove la presenza di locali è più numerosa.

Si potrà andare nei bar e nei ristoranti, tornare a casa o andare a casa di amici ci si potrà muovere senza limitazioni ma nel rispetto delle regole del distanziamento: alcool ai tavoli a partire dalle 21, ma non si potrà sostare a bere o mangiare. Inoltre, dalla prossima settimana nelle ville e nei giardini comunali si tornerà alla prenotazione come avvenne a maggio e chi pratica sport potrà entrare nei parchi recintati entro 9. Tornano le prenotazioni anche al mercato ortofrutticolo.

CORONAVIRUS: 10 POSITIVI MA PALERMO – TURRIS SI GIOCA

DROGA, OPERAZIONE NEL CATANESE: 11 MISURE CAUTELARI

STRAGI DEL 92, ERGASTOLO PER MATTEO MESSINA DENARO

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 20 OTTOBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI