assenteismo assessorato sanita moglie gelosa
assenteismo assessorato sanita moglie gelosa

Assessorato alla Salute, indagine partita dalla segnalazione di una moglie gelosa

L’indagine è partita dalla segnalazione di una moglie gelosa che, nel novembre del 2016, ha chiamato il 117, numero della sala operativa della guardia di finanza, per denunciare le “strane assenze” del marito dall’ufficio. La donna avrebbe voluto così vendicare un presunto tradimento del coniuge, che lei collegava a improvvise mancanze di lui dal posto di lavoro. Sono quindi scattati i controlli che hanno portato all’inchiesta della Procura. La guardia di finanza è intanto risalita all’identità della donna che aveva chiamato al 117, e suo marito non è tra gli indagati.

“Ci sono stati alcuni arresti oggi ed è il segno evidente di come il malessere sia ancora presente. Negli assessorati non si avverte lo scrupolo e la necessità di entrare e uscire in un certo orario”, ha commentato il presidente della Regione, Nello Musumeci. “Stiamo dotando gli uffici di strumenti di sicurezza, di controllo e di sorveglianza – ha aggiunto – ci sono lobbisti che stanno giornate intere negli assessorati e cercano di contattare il funzionario o il dirigente più debole, per farselo amico e avere notizie in anteprima. Succede anche questo e spero di non doverli mai scoprire perché li accompagnerò a calci nel sedere fuori dal palazzo”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI