Michele-Catanzaro

Assistenza ai disabili, Catanzaro (PD): “Inaccettabile che ci siano bambini di serie A e serie B”

“Scaricare sui Comuni la spesa per l’assistente all’Autonomia ed alla Comunicazione, figura fondamentale per i soggetti affetti da disabilità, serve esclusivamente a creare in Sicilia disabili di serie A e disabili di serie B”. É quanto afferma Michele Catanzaro, parlamentare regionale del Partito democratico, che sostiene la protesta degli amministratori per l’impossibilità dei piccoli Comuni siciliani di fronteggiare le spese per l’assistenza ai disabili che frequentano le scuole elementari.

“La Regione – spiega Catanzaro – ha avviato le procedure per l’erogazione delle somme ai Liberi Consorzi che le dirotteranno alle scuole di loro competenza. Restano tagliati fuori i Comuni, da cui dipendono le scuole di primo grado, stretti tra l’impossibilità di trovare le somme necessarie tra le pieghe dei loro esigui bilanci e l’obbligo a pagare, in sede giudiziaria, i contenziosi avviati dagli aventi diritto ad un servizio essenziale. Non è accettabile che centinaia di alunni disabili vengano privati dell’assistenza adeguata, prevista dalla legge. E’ opportuno che il presidente Musumeci intervenga al più presto per mettere fine ad una discriminazione non più tollerabile”.

Il Presidente del Consiglio Comunale di Canicattì Alberto Tedesco afferma: “Il Sindaco, nella qualità di presidente del distretto socio sanitario D3, ha inviato una lettera al presidente della Regione chiedendo l’avvio di un tavolo tecnico che affronti la questione. E’ un problema che investe la vita di tantissime famiglie e merita una risposta adeguata”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI