Assolto ex direttore generale per il maxi buco alla Provincia di Palermo

E’ stato assolto dall’accusa di peculato l’ex direttore generale della Provincia regionale di Palermo, Antonino Caruso. La prima sezione della Corte d’Appello di Palermo ha accolto le tesi difensive. In primo grado Caruso era stato condannato a 4 anni e 8 mesi dal Gup Lorenzo Jannelli. L’accusa sul suo capo era di avere contribuito alla perdita di 30 milioni di euro appartenenti all’ex ente provinciale.

Secondo la procura, d’accordo con i vertici della una Forex, una finanziaria lombarda poi fallita, Caruso avrebbe fatto sparire, attraverso una serie di investimenti, 30 milioni di euro dalle casse della Provincia. I vertici della società di Como, in un processo separato, vennero condannati per bancarotta fraudolenta.

L’assoluzione farebbe riferimento alla mancanza del ‘dolo’. L’avvocato Enrico Sanseverino sarebbe riuscito a dimostrare, (si capirà dopo il deposito delle motivazioni) l’insussistenza di qualsiasi accordo tra Caruso e i vertici della finanziaria.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI