Avvocato Arnone: concessa la semilibertà, non potrà affiggere manifesti e usare Facebook

Semilibertà per Giuseppe Arnone. Questo quanto disposto dal tribunale di sorveglianza di Palermo per l’avvocato ed ex consigliere comunale, che lo scorso 27 marzo era stato arrestato con l’accusa di avere violato le prescrizioni dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Secondo quanto disposto dai giudici, Arnone potrà esercitare la professione, ma non gli sarà permesso affiggere manifesti dal balcone del suo studio, usare Facebook e piattaforme di vario tipo. La sera dovrà tornare in carcere.

Nell’udienza di tre giorni fa, gli avvocati difensori avevano chiesto al tribunale di concedere nuovamente l’affidamento in prova ai servizi sociali mentre il sostituto procuratore generale Rita Fulantelli aveva chiesto che scontasse in carcere due condanne per calunnia e diffamazione, con fine pena fissato per il luglio del 2021.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI