Bancarotta e riciclaggio nel Trapanese: sequestro da 450 mila euro a tre imprenditori

Eseguito dalla DIA un decreto di sequestro preventivo nei confronti di tre imprenditori accusati di bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Tutti reati legati al fallimento di una struttura ricreativa con annesso parco acquatico nel campobellese. Il valore del sequestro diretto è di oltre 450 mila euro.
E’ stata inoltre rilevata la presenza di una “holding occulta”, costituita dai medesimi soggetti presenti sia nella società fallita che in quella rinnovata.

Il tutto al fine di perseguire utili risultati economici per il gruppo e le sue componenti, a scapito delle società. Complessivamente sono stati sequestrati denaro, quote societarie, beni mobili ed immobili, consistenti in 2 terreni e 3 autovetture.

MAFIA A PALERMO, MAXI OPERAZIONE DI POLIZIA E CARABINIERI: 31 ARRESTI / NOMI

TRAGEDIA A CORLEONE, A GUIDARE ERA IL MINORENNE: IL RACCONTO DI UN SUPERSTITE

L’ARAN SOSPENDE LE TRATTATIVE SUL RINNOVO DEL CONTRATTO DEI REGIONALI: LA NOTA DEI SINDACATI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI