Bando “cervelli al Sud”: presentati 41 progetti, c’è anche la Sicilia

C’è anche la Sicilia tra le regioni che metteranno a disposizione i propri enti di ricerca nell’ambito del bando “Brains to South” (Cervelli al Sud), promosso dalla Fondazione Con il Sud per attrarre talenti nei centri e nelle università meridionali e giunto alla quinta edizione. Il numero complessivo di progetti presentati sono 41, mentre tra le regioni ospitanti capofila è la Puglia (9 enti di ricerca), poi la Campania (8), mentre 5 sono in Sardegna, 3 in Basilicata, 3 in Calabria e 3 in Sicilia.

Il budget complessivo messo a disposizione è di 4 milioni di euro (massimo 400 mila euro per progetto, con una durata compresa tra i 24 e i 36 mesi) e il contributo economico coprirà sia il costo del ricercatore sia quelli quelli legati alla sua proposta di ricerca (strumentazione, risorse umane e materiali) oltre alla possibilità di potenziare e migliorare la qualità della ricerca interna, acquisendo nuove competenze.

Fondazione con il Sud spiega i dettagli dell’iniziativa, che prevede “progetti di ricerca applicata con forte potenziale innovativo e trasferimento tecnologico in ambito medico, ambientale e tecnico-ingegneristico”, dando ai giovani selezionati “l’opportunità di condurre il progetto di ricerca sotto la propria responsabilità e in modo indipendente”.

Il bando (chiuso il 28 novembre) era aperto a ricercatori italiani e stranieri  he svolgono la propria attività da almeno 3 anni all’estero o nelle regioni del centro – nord: ora la Fondazione sta procedendo alla selezione delle domande maggiormente in linea con i parametri fissati.

Categorie
attualitàcultura
Facebook

CORRELATI