caronia lasca gruppo misto

Bare insepolte, Orlando indagato. Le reazioni della politica: “Andava sfiduciato”

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, risulterebbe indagato dalla Procura di Palermo, diretta da Francesco Lo Voi, per omissione di atti d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulle bare insepolte, quasi 900, al cimitero dei Rotoli. La notizia ha ovviamente suscitato numerose reazioni da parte del mondo politico.

Igor Gelarda, capogruppo Lega a Palazzo delle Aquile: “Sono stato uno tra i primi a denunciare in procura questa situazione con un esposto oltre un anno fa. Sono contento che la magistratura abbia deciso di approfondire e verificare se ci siano responsabilita penali da parte di questa amministrazione comunale. Quello che vogliamo noi è comunque la soluzione definitiva al problema. E in tal senso ci siamo mossi con un emendamento, presentato dalla Lega. Grazie al quale Sono stati stanziati 2 milioni di euro per risolvere almeno in parte il problema con l’acquisto di un migliaio di loculi. Ci auguriamo che la magistratura posso fare luce quanto prima su questa tristissima situazione”.

Marianna Caronia, consigliera comunale e deputata regionale della Lega: “Mentre la città è sempre più allo sbando e la (in) attività del Sindaco sempre più oggetto di indagini giudiziarie, è chiaro che ogni giorno in più con Leoluca Orlando Sindaco è una iattura per Palermo. Ogni giorno di più con questa Giunta alla guida della città è un giorno in più di problemi non risolti ma anzi aggravati dall’arroganza e dalla incompetenza. Ai colleghi e alle forze politiche di oppositizione che non hanno voluto mandarli a casa in anticipo con la mozione di sfiducia firmata dalla Lega e pochi altri, chiediamo se ancora oggi siano pronti a sostenere che quella mozione fosse sbagliata e chiediamo loro cosa abbiano guadagnato la città e i palermitani con questi ultimi e lenti mesi di agonia del regno di Leoluca Orlando.”

Alessandro Anello, segretario della Lega nella Città metropolitana di Palermo: “Chi non ha rispetto per i morti non ne ha neanche per i vivi e il sindaco Orlando per la vicenda delle bare insepolte al cimitero dei Rotoli, come in tante altre occasioni, ha dimostrato di non avere rispetto per i palermitani. Come Lega abbiamo sempre denunciato la situazione incresciosa del camposanto di Vergine Maria e recentemente grazie all’intervento di Matteo Salvini sono stati stanziati 2 milioni di euro per superare un’emergenza che non è soltanto dei familiari dei defunti ma di tutta la città”.

Davide Faraone, presidente dei senatori di Italia Viva: “Mi chiedo perché ancora il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non chiami il ministro della Difesa Guerini per chiedergli un intervento immediato dell’Esercito, attraverso il genio militare, per risolvere il problema delle 900 bare senza sepoltura al cimitero di PalermoMi chiedo quanto ancora si possa tollerare questa situazione disumana ed incivile. Abbiamo appreso che il sindaco è indagato per omissioni di atti di ufficio e io gli auguro il meglio, non credo ci siano profili giudiziari in questa vicenda. Sicuramente posso affermare però che per incapacità ed inerzia su questa vicenda il sindaco è politicamente colpevole”.

Antonino Randazzo, consigliere comunale M5S: “Ringrazio la Procura palermitana per l’eccellente lavoro che sta portando avanti a tutela del diritto dei cittadini ad avere una degna sepoltura per i loro cari. Nel maggio 2019, con due esposti in Procura, iniziai a scoperchiare il calderone impressionante sulla questione igienico–sanitaria al cimitero dei Rotoli, sul grande numero di salme tenute in deposito per la carenza cronica di spazi e per il forno crematorio sempre guasto, denunciando anche i rischi di infiltrazioni di Cosa Nostra. Da tali esposti sono partite le indagini con il rinvio a giudizio per 10 persone”.

BARE INSEPOLTE A PALERMO, IL SINDACO ORLANDO INDAGATO PER OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO

ASSOLTO L’EX GOVERNATORE DELLA SICILIA RAFFAELE LOMBARDO

SCUOLA, LEOLUCA ORLANDO: “RIAPRIRE IN PRESENZA IL 10 È UNA SCELTA IRRESPONSABILE”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI