Giusi Bartolozzi

Bartolozzi (Fi) attacca il Governo nazionale: “I cittadini del Sud non sono di serie B”

“Questa manovra ignora i drammatici bisogni delle popolazioni meridionali e insulari e non adotta alcuna politica di vera coesione che non sia affidata a un’ormai pretestuoso annuncio dell’elemosina di Stato, il reddito di cittadinanza. Siamo dinanzi ad una spaccatura tra nord e sud che trascende la quantificazione economico-sociale e che sta consolidando gli aspetti di un Paese diviso. Lo sviluppo del Mezzogiorno e in particolare delle regioni insulari, Sicilia e Sardegna, non costituisce una palla al piede, ma al contrario una grande opportunità per la competitività del Paese”.

Lo ha detto Giusi Bartolozzi, deputata di Forza Italia, nel corso della discussione generale sulla legge di bilancio in corso a Montecitorio.

“Invece di investire in Università, formazione, ricerca – ha aggiunto – dopo gli 80 euro di Renzi, costati 40 miliardi, voi puntate sul reddito di cittadinanza: altri 10 miliardi l’anno, con l’obiettivo di narcotizzare il disagio e non quello di risolverlo, soprattutto al sud. Ci sono solo due misure che possono rilanciare il meridione: investimenti e sviluppo. Purtroppo assistiamo invece ad una forte contrazione degli investimenti pubblici. I cittadini insulari non sono cittadini di serie b e devono sapere come il governo intenda attuare l’articolo 3 della costituzione, secondo il quale tutti hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, anche a quella di bilancio. Non vi daremo pace finché non passerete dagli slogan e dalle mancette a seri interventi in difesa dei cittadini delle nostre regioni, rispetto ai quali avete tradito il mandato elettorale e che ritenete di illudere con vaghe promesse populistiche”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI