vasto incendio nella zona di bellolampo

Bellolampo, tavolo tecnico tra Arpa, Comune e Rap: tre interventi allo studio

Si sono aperti oggi i lavori del tavolo tecnico attivato fra Arpa, Comune e RAP per far fronte all’emergenza Bellolampo e individuare soluzioni urgenti che permettano di scongiurare il rallentamento della raccolta del rifiuti a Palermo.

Già da oggi 100 tonnellate giornaliere di rifiuti saranno trasferite presso l’impianto della Trapani Servizi, mentre stamattina l’assessore Giusto Catania ha incontrato il Direttore generale dell’Agenzia Regionale per Protezione dell’Ambiente, Francesco Carmelo Vazzana.

Come affermato in una nota, ci sarebbero tre intervento allo studio: la possibilità di utilizzo di rifiuti biostabilizzati misti al 50% con terra e inerti per il rimodellamento finale della VI vasca esaurita; l’utilizzo per sei mesi di un impianto mobile di trattamento meccanico e biologico dei rifiuti nell’area di Bellolampo già in passato utilizzata da Ecoambiente; l’utilizzo dell’area di stoccaggio degli inerti per i rifiuti già trattati.

L’assessore Giusto Catania ha affermato: “Nel corso dell’incontro è stata comunemente ribadita la necessità e la volontà di una maggiore collaborazione e sinergia istituzionale, così come di una maggiore celerità di tutte le procedure. La prematura saturazione della VI vasca e i tempi lunghi di realizzazione della VII stanno determinando una evidente situazione di difficoltà a Bellolampo che in tutti i modi stiamo cercando, in sinergia con la Regione, di evitare che si ripercuota sui servizi nella città di Palermo”.

L’amministratore unico di Rap, Giuseppe Norata, sottolinea: “La discarica di Bellolampo non chiude, stiamo lavorando con l’obiettivo di liberare dai rifiuti il piazzale. Dobbiamo consentire al sindaco Leoluca Orlando di emettere un’ordinanza nei confronti di Rap affinché si possa utilizzare il piazzale nelle more di collocare i rifiuti e di ripulire tutto”.

“Domani con la Regione – aggiunge – abbiamo una conferenza di servizi per delineare il percorso e capire dove portare i rifiuti di Palermo in maniera tale che la Regione, poi a sua volta, possa emettere i decreti di assegnazione dei quantitativi prodotti da distribuire negli impianti disponibili”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI