Beni confiscati alla mafia, dossier Libera: “La metà ancora deve essere destinata”

Dal 1982 a oggi sono stati 13.403 i beni confiscati alla mafia. È quanto emerge dal dossier Fattiperbene di Libera in occasione dei 25 anni dall’approvazione della legge n.109 del 7 marzo 1996. La metà di questi beni, però, deve ancora essere destinata.

Secondo il dossier, infatti, il 51% dei beni confiscati è stato destinato dall’Agenzia nazionale per le finalità istituzionali e sociali mentre il 49% rimane ancora da destinare. La provincia di Palermo risulta quella con il maggior numero di beni confiscati destinati per finalità istituzionali e sociali (3749) mentre sono 2399 quelli ancora da destinare; segue la provincia di Catania con 799 e 477 ancora da destinare; poi c’è la provincia di Trapani con 700 e ben 1464 ancora da destinare.

AUTOSTRADA PALERMO – MESSINA: SEQUESTRATI 22 VIADOTTI 

LA CORTE DEI CONTI: “GRAVI DEFICIT DELLA SANITÀ IN SICILIA. E L’ARS…”

SICILIA: ZONE COVID-FREE PER RILANCIARE IL TURISMO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI