Beni per 250.000 euro sequestrati al boss di Caccamo condannato per mafia

Sequestro da 250 mila euro nei confronti di Diego Guzzino, 72 anni, originario di Caccamo in provincia di Palermo, condannato per associazione mafiosa.

Il provvedimento, eseguito dai finanzieri  del comando provinciale di Palermo, è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, su richiesta della Procura. Sono stati apposti i sigilli a un immobile, una villa all’interno di un residence, e sono stati sequestrati alcuni rapporti bancari.

Guzzino è stato condannato in via definitiva nel 2008 per associazione mafiosa a sette anni di carcere. Nel 2016, è stato arrestato di nuovo nell’ambito dell’operazione “Black Cat”, accusato di aver diretto la famiglia mafiosa di Caccamo.

In base alle indagini delle forze dell’ordine, Guzzino si incontrava con uomini d’onore anche di altri mandamenti. Con sentenza d’appello Guzzino è stato condannato lo scorso anno a 8 anni e 8 mesi di reclusione e a marzo è stato posto agli arresti domiciliari.

AMMINISTRATIVE, I RISULTATI DEI BALLOTTAGGI

AGRIGENTO, MICCICHE’ E’ IL NUOVO SINDACO

CORONAVIRUS, BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 19 OTTOBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI