accordo stato regione, scontro in aula tra milazzo e armao

Finanziaria in commissione Bilancio dopo la bocciatura degli “Affari istituzionali”

Nuova bocciatura per la manovra finanziaria del Governo regionale. In mattinata, la commissione Affari Costituzionali dell’Ars, a cui era pervenuto il testo del ddl dopo le variazioni necessarie apportate in seguito alla decisione sfavorevole alla Regione della Corte dei Conti, ha bocciato il disegno di legge di variazione del bilancio.

Tre i voti a favore, 4 quelli contrari provenienti da Pd, Movimento 5 stelle e Claudio Fava. Il voto contrario sarebbe stato motivato dalla mancanza di chiarezza su alcuni punti, in particolare su Tfr e pensioni dei dipendenti. In ogni caso il parere della Commissione non è vincolante pur essendo obbligatorio. E il testo nel pomeriggio è approdato in Commissione Bilancio dove si sta cercando in tutti i modi di far quadrare i conti. Impresa che non sarà facile.

CLAUDIO FAVA (CENTO PASSI) – “Il disegno di variazione proposto dal Governo è una pezza cucita male e la bocciatura in prima Commissione è conseguenza di questa approssimazione. L’idea di colmare il buco di bilancio con i soldi dei lavoratori regionali non ci convince nel metodo e nel merito e definirlo, come fa il governo, un prelievo tecnico ci sembra solo una pietosa bugia”.

 

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI