carabinieri

Bimbo morto a Modica: il fratello del piccolo conferma violenze e maltrattamenti

Nuovi sviluppi nelle indagini sul caso del bimbo di Rosolini, morto a soli 21 mesi per delle lesioni prima di arrivare all’ospedale di Modica lo scorso 27 agosto. Il figlio primogenito della madre avrebbe confermato nel corso dell’incidente probatorio disposto dal Gip di Siracusa che il padre naturale del piccolo e l’attuale compagno della madre avrebbero avuto atteggiamenti violenti nei confronti del bambino.

Il ragazzino di sei anni è stato sentito nel Palazzo di Giustizia di Siracusa e avrebbe confermato anche quanto dichiarato dalla madre al Gip, e cioè che quella sera avrebbe dormito con lei, mentre il compagno della donna era in un’altra stanza con il fratellino di 21 mesi.

Della morte del piccolo sono accusati la madre e il suo compagno, entrambi in carcere con l’accusa di omicidio volontario e maltrattamenti in famiglia. Il papà della vittima è indagato per maltrattamenti nei confronti del figlioletto che sarebbero avvenuti lo scorso anno, prima che a gennaio l’uomo partisse per lavoro a Genova dove ha poi presentato denuncia per le violenze subite dal bambino.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI