Blitz antimafia a Trapani, l’ex deputato Ars Ruggirello non risponde al gip

Paolo Ruggirello si avvale della facoltà di non rispondere. Questo l’esito dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip per l’ex deputato all’Ars del Pd, arrestato ieri con l’accusa di associazione mafiosa insieme ad altre 25 persone (tra cui l’ex assessore comunale di Trapani Ivana Inferrera, che ha invece risposto al gip, e l’ex consigliere comunale di Erice Giovanni Maltese).

I legali di Ruggirello (accusato di aver cercato il sostegno elettorale della “famiglia mafiosa” di Trapani, essere un punto di riferimento delle cosche nella politica regionale e di aver favorito i clan in alcuni appalti) affermano: “Una scelta fatta unicamente per consentire a questa difesa di consultare il corposo fascicolo degli atti di indagine e predisporre una più attenta difesa in un interrogatorio che a breve verrà richiesto”.

“E’ ferma intenzione di Ruggirello – spiegano gli avvocati Enrico Sanseverino e Vito Galluffo – dimettersi con effetto immediato dal Pd al fine di evitare affrettate e ingiustificate conclusioni che possano coinvolgere anche il Partito”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI