Blitz di Goletta Verde a Levanzo contro il decreto della Regione Siciliana

“Giù le mani dalla costa”.

È questo il testo sullo striscione esposto dall’equipaggio della Goletta Verde, arrivato sull’Isola di Levanzo, insieme alle attiviste e agli attivisti di Legambiente Sicilia.

L’arcipelago delle Egadi rappresenta l’ultimo approdo della tappa siciliana della Goletta Verde, prima della presentazione del monitoraggio delle acque, in programma per domani a Palermo.

Gli ambientalisti si sono recati a Levanzo per compiere un blitz contro il decreto dell’assessorato regionale del Territorio e dell’Ambiente, promulgato la scorsa primavera, e relativo all’approvazione delle linee guida per la redazione dei ‘Piani di utilizzo delle aree demaniali marittime‘ (Pudm) da parte dei comuni costieri della Sicilia.

Il decreto prevede che nella redazione dei Pudm e nel rilascio delle concessioni demaniali marittime ci si dovrà attenere a nuovi criteri che consentono l’occupazione di superfici molto più estese, la realizzazione di nuovi stabilimenti balneari, di aree attrezzate con una maggiore densità e con superfici e volumetrie più ampie di quelle attuali. Il provvedimento è stato impugnato al Tar da Legambiente Sicilia, anche come prosecuzione del percorso che ha visto protagonista l’associazione già dallo scorso giugno, quando è stato presentato un esposto contro la richiesta di una concessione demaniale proprio a Levanzo. Questa richiesta è infatti per Legambiente illegittima per diverse ragioni, prime tra tutte perché il progetto sarebbe ricadente fuori l’area portuale e dentro l’area marina protetta, come spiegato nelle settimane scorse dall’associazione alla stampa.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI