Bolognetta – Lercara, i sindacati: “Il Consorzio Integra subentri a Cmc”

“Il Consorzio Integra subentri a Cmc”. E’ questa la proposta lanciata dai sindacati degli operai edili impegnati nei cantieri sulla Bolognetta – Lercara, la cui continuità è messa a rischio dalla crisi dell’impresa ravennate. Ignazio Baudo, Paolo D’Anca e Francesco Piastra, segretari di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil ritengono che il subentro nei lavori da parte di Consorzio Integra sia la soluzione più rapida e immediatamente realizzabile.

Il Consorzio Integra  – affermano – è già detentore del 20 per cento del pacchetto azionario della Bolognetta Scpa e ha tutti i requisiti per gestire in maniera operativa l’appalto. È lo sbocco della vertenza che garantisce la continuità occupazionale e tempi più veloci, rispetto ad altri scenari che sono stati prospettati. La Cmc e Anas devono venire incontro alle esigenze delle aziende dell’indotto, che vantano consistenti crediti per lavori eseguiti, vincolando i pagamenti al pagamento degli stipendi dei lavoratori”.

Feneal, Filca e Fillea intervengono anche sulla cassa integrazione straordinaria, che la Cmc si appresta ad attivare. “Sappiamo che l’azienda avvierà tutte le procedure propedeutiche all’attivazione della cigs, ma resta ben inteso che questa non può e non deve rappresentare la soluzione ai problemi bensì uno strumento che accompagni azienda e lavoratori verso una ripresa dei lavori”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI