Botti di Capodanno, in Sicilia 43 interventi dei Vigili del Fuoco: nessun ferito grave

Sono stati 43 gli interventi dei Vigili del Fuoco in Sicilia nella notte di Capodanno. Per fortuna, non si registrano feriti gravi. In tutta Italia, le richieste di soccorso sono state 558 e il numero maggiore quest’anno è stato in Lombardia, dove sono state 72.

A Catania, un bambino di due anni ha subito ustioni alla mano per aver raccolto da terra un petardo usato dal fratello. Il piccolo è stato medicato al  pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro e dimesso con una prognosi di 6 giorni. Un 41enne, sempre a Catania, si è ferito alla mano sinistra per lo scoppio di un petardo ed ora è ricoverato in Chirurgia Plastica. Ferito alla mano da un petardo anche un 37enne della provincia di Catania: medicato, ha preferito tornare a casa. Un colpo di pistola a salve ha ferito alla mano un 50enne dell’Acese: l’uomo è stato medicato e dimesso.

A Messina e provincia tre persone sono rimaste ferite alla mano per il lancio di fuochi di artificio. Tutte in modo non grave mentre utilizzavano dei petardi: una persona di 53 anni a Sant’Agata di Militello e due di 40 e 25 anni a Messina. Si sono recati negli ospedali per essere medicati.

SICILIA IN ZONA GIALLA DAL 3 GENNAIO

SICILIA IN ZONA GIALLA, MUSUMECI: “FACCIO UN APPELLO AI CITTADINI, SIATE PRUDENTI”

PALERMO, NIENTE PRESA D’ATTO DEL PEF TARI. ORLANDO E LA GIUNTA ATTACCANO: “DA IRRESPONSABILI”

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI