Buona sanità, la Sicilia prima regione a istituire il registro regionale sclerosi multipla 

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana il decreto che istituisce il Registro regionale della sclerosi multipla e l’Osservatorio permanente sulla patologia. La Regione Siciliana è la prima in Italia ad aver compiuto un passo in avanti così importante sotto il profilo normativo.

“La Regione Siciliana – ha commentato Angelo La Via, consigliere nazionale Aism, Associazione italiana sclerosi multipla – è stata una delle prime a dotarsi di un Pdta (Percorso diagnostico terapeutico assistenziale) e adesso è la prima a dotarsi di uno strumento fondamentale per le oltre 9 mila persone con sclerosi multipla dell’Isola”.

La malattia colpisce il sistema nervoso centrale, prima causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali. Cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante, colpisce una persona ogni 3 ore.

“Con il Registro sulla sclerosi multipla – ha affermato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza – e tramite l’Osservatorio abbiamo reso permanente l’attività di monitoraggio in tutta la Sicilia. Sono strumenti che permetteranno di avere piena contezza di ciò che funziona e di quello che merita di essere migliorato, ma soprattutto si avrà più chiara la dimensione di un fenomeno che va osservato attraverso vari profili”.

Il registro di patologia è lo strumento per la conoscenza del fenomeno in tutte le provincie. “Ci sono carenze nella Regione – aggiunto La Via – ma c’è un impegno per dare almeno un centro sclerosi multipla in ogni provincia ed un accesso tempestivo alla cura della malattia”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI